HB

Chissà con chi… perché io non dimentico e mi lascio sempre dietro qualcosa… qualcosa che dovrò tornare a prendere, a leggere, a scrivere, a sentire ancora… chissà con chi… era un compleanno l’ultima volta che ho scritto qui sopra e ora se ne avvicina un altro… non il mio, perchè quasi il mio non lo ricordo più e nemmeno è … Continua a leggere

Smile

Continuo a sorridere al mondo come se questo avesse ancora un senso; dispenso sorrisi sinceri e sembra che quasi funzioni: persino il vicino vecchio e bisbetico questa mattina mi ha salutato e mi è addirittura sembrato che facesse un cenno al mio cane: ho sempre pensato che mi detestasse per via dei latrati che invadono il quartiere ad ogni ora … Continua a leggere

Farà molto freddo alle Svalbard?

  Salverò il buono di me ibernandolo sotto il ghiaccio delle Svalbard, con i semi di tutte le piante. I migliori sorrisi, i migliori sguardi, i migliori pensieri, i momenti migliori e, giusto per non dare ai posteri l’impressione di aver attraversato la perfezione uscendone illesa, anche quelli peggiori… quelli che anni e anni di educazione cattolica non sono riusciti … Continua a leggere

Per Giuseppe (perchè non riesco a lasciare commenti nel tuo blog)

Sì, è proprio vero: lui è la parte migliore di me, quella che ancora non conoscevo, quella che mai avrei potuto immaginare, quella parte che non mi mancava finché non l’ho avuta… sembra un assurdo, eppure è così… lui prima non c’era e non avvertivo nessun vuoto, ora che c’è sento la mancanza di ogni giorno che va via e … Continua a leggere

ffff

Freddo, febbre, folate di vento, frenesia natalizia: le cose che in questi giorni mi danno fastidio iniziano tutte per “effe”. Fastidio, appunto. Stato di inadeguatezza causata da eventi esterni. Perché per conto mio starei benissimo… le complicazioni arrivano sempre da fuori, tutto sommato ognuno vivrebbe bene con quello che è per il semplice fatto di non poter essere altro. Il problema … Continua a leggere

Le parole giuste

Domani devo fare una cosa. A dire il vero sono più di quattro mesi che devo fare questa cosa. Sto cercando le parole ma non so quali siano le più giuste per far sentire un uomo un piccolo uomo. A volte mi fa paura la mia incapacità di dimenticare; e poi mi ha fatto rabbia, tanta rabbia, la mia ingenuità nel fidarmi … Continua a leggere

Se potessi scriverla è una storia che fa ridere

Sto imparando ad aspettare. Difficile per me. Impaziente, frettolosa, ansiosa. Tutto importantissimo, nulla che valga davvero. Nulla che valga l’ansia, la fretta, la voglia di far seguire ai pensieri le azioni. Sto così, più o meno: sospesa tra una stella splendente, un punto interrogativo e le tende da lavare… un giorno sarò quella che inizia per prima, assolutamente prima, qualcosa. … Continua a leggere

In questo posto noi siamo arrivati per strade diverse

  Mi piacciono gli spazi vuoti e cerco di circondarmene. Riempio le pareti di quadri e stampe, ma ne lascio sempre una libera in attesa dell’immagine perfetta. Ho cassetti pieni all’inverosimile di ogni cosa, ma ne serbo uno vuoto per conservarci gli oggetti davvero preziosi, sebbene non sappia ancora quali siano. Mi piace il tempo vuoto, quello perso a passeggiare … Continua a leggere

A volte sorrido a volte no

Tanti mi fermano per strada e mi chiedono come sto, cosa provo. Smarrisco lo sguardo nel loro e dovrei dire che mi sento più forte, perchè ho visto qualcosa che somigliava ad un inferno e ne sono tornata indietro. Qualcuno più serio e più saggio di me coglierebbe l’occasione per meditare e crescere. Perchè dalle esperienze negative c’è sempre una … Continua a leggere